27 marzo 2017

“Aggiungere due altalene per disabili non serve a nulla”

“Aggiungere due altalene sulle quali possono salire i bambini in carrozzina, spesso poco sicure e non custodite, non significa affatto realizzare un parco giochi inclusivo”. Fabio Casadei è il progettista e designer che ha disegnato l’area inclusiva al Parco Federico Fellini. 
"Molti Comuni hanno preso da qualche anno ad aggiungere qualche altalena accessibile a chi è in carrozzina, pensando di essere a posto. Ma quello non sarà un parco inclusivo, sarà esclusivo: su quei giochi non potranno salirci tutti e c’è chi si farà pure male. Realizzare un parco inclusivo significa che il bambino disabile deve poter accedere, poi interagire con gli altri, infine utilizzare i giochi in autonomia o comunque in sicurezza”.
Notizia integrale: http://www.emiliaromagnamamma.it/2017/02/parchi-inclusivi-il-designer-aggiungere-due-altalene-per-disabili-non-serve-a-nulla/


Due anni e mezzo fa le altalene per carrozzine in Italia erano solamente 50. Due anni fa erano già salite a 73, per raggiungere le 163 unità meno di un anno fa, maggio 2016. Oggi, 27/03/2017, siamo arrivati ad avere 250 altalene nelle città italiane. I parchi inclusivi invece non crescono altrettanto velocemente purtroppo. Nel dicembre 2015 erano poco meno di 30, (e non tutti ben progettati, sia chiaro, quindi non tutti in grado di garantire il diritto al gioco), oggi sono circa 40 :-(

Altalene per carrozzine installate in Italia:
30/11/2014: 50
29/03/2015: 73
30/10/2015: 126
10/12/2015: 141
17/05/2016: 163
19/06/2016: 175
02/07/2016: 181
09/08/2016: 201
28/09/2016: 215
11/11/2016: 226
23/12/2016: 234
12/02/2017: 242
27/03/2017: 250
11/05/2017: 264
10/06/2017: 274

Chissà se le amministrazioni lo capiscono che non è possibile dichiarare di essere sensibili verso le persone con disabilità solo per aver installato un'altalena per carrozzine che ha un costo molto basso ed è pure pericolosa. Chissà se lo capiscono che non si può dichiarare di aver garantito il diritto al gioco ai bambini con disabilità solo per aver installato un'altalena per carrozzine visto che si tratta di un gioco riservato appunto a utenti in carrozzina. E i bimbi con disabilità motoria lieve che non usano la carrozzina? E i bimbi ciechi o ipovedenti? E poi perché, domanda importantissima, alcuni bambini dovrebbero giocare da soli su questa altalena e tutti gli altri sulle eventuali strutture accanto ad essa?

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Nessun commento:

Posta un commento

Moderazione attiva, il vostro commento sarà pubblicato dopo l'approvazione. NO SPAM! parchipertutti@gmail.com