13 ottobre 2016

Eliminare le barriere: una priorità pubblica

«Dovremmo averlo capito, le barriere architettoniche colpiscono tutti: bambini, anziani, genitori con passeggino, cardiopatici, persone che si muovono con le stampelle o con la carrozzina, non vedenti e ipovedenti, passeggeri con valigie, chi calza scarpe con tacchi sottili, chi trasporta borse della spesa, donne in stato di gravidanza ecc. Togliere le barriere è un investimento sul presente e sul futuro. Costruire senza barriere è un atto di razionalità e di civiltà».
Sicuramente in questi decenni sono stati compiuti significativi passi in avanti per garantire il diritto all’accessibilità per tutti, ma è evidente che ci sono ancora problemi da risolvere e ostacoli da superare.
... siamo convinti che l’eliminazione delle barriere debba essere considerata una priorità pubblica. Nei giorni scorsi il Presidente del Consiglio dei Ministri ha rilanciato l’idea di costruire un ponte tra Sicilia e Calabria. Iacopo Melio, una persona con disabilità, ha scritto una lettera a Matteo Renzi, segnalando che, con i soldi che verrebbero spesi per la realizzazione del ponte sullo Stretto, si potrebbero predisporre oltre 500 milioni di scivoli per i marciapiedi oppure acquistare 20.000 autobus accessibili. Le risorse non sono infinite: bisogna saper scegliere.
Noi in realtà non abbiamo scelta ed eliminare le barriere per noi non è un lusso, ma una necessità. Nella necessità di vivere liberi, possiamo e dobbiamo trovare la virtù che ci rende più umani.
Notizia integrale qui: http://www.superando.it/2016/10/07/eliminare-le-barriere-devessere-una-priorita-pubblica/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Nessun commento:

Posta un commento

Moderazione attiva, il vostro commento sarà pubblicato dopo l'approvazione. NO SPAM! parchipertutti@gmail.com