15 luglio 2014

Intervista a Deborah Ballarò

Su SUPERANDO.IT un'intervista a Debora Ballarò:

Anche piccoli gesti, come quello di condividere giochi accessibili a tutti, ragazzi con disabilità e non, possono contribuire a far crescere una nuova generazione di persone abituate a vivere la diversità in maniera del tutto naturale»: sono parole di Deborah Ballarò, architetto ligure ideatrice del Progetto “IOgioco”, nell’àmbito del quale sono state anche installate due piste per giocare a biglie in carrozzina a Finale Ligure e ad Albenga
È anche in iniziative apparentemente “minime”, come quelle riguardanti una pista per giocare a biglie in carrozzina che si possono intravvedere certe positive evoluzioni culturali della società». In quel caso si parlava appunto di un’installazione del genere a Finale Ligure, mentre successivamente ne è stata inaugurata un’altra ad Albenga, sempre in provincia di Savona, alla presenza anche del ministro Maria Elena Boschi.
Questi «lunghi e sinuosi percorsi che permettono l’antichissimo gioco anche a chi è impossibilitato a chinarsi a livello del suolo, nonni compresi», sono stati realizzati e brevettati dall’Azienda FIMA di Reggio Emilia, nell’àmbito di un progetto complessivo denominato IOgioco e ideato dall’architetto Deborah Ballarò, della quale presentiamo oggi la seguente intervista.
Per leggere l'intervista clicca qui: http://www.superando.it/2014/07/15/quei-piccoli-gesti-che-possono-migliorare-la-societa/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

Nessun commento:

Posta un commento

Moderazione attiva, il vostro commento sarà pubblicato dopo l'approvazione. NO SPAM! parchipertutti@gmail.com