28 giugno 2017

IL BLOG SI STA TRASFERENDO QUI: http://www.parchipertutti.com

28/06/2017
IL BLOG PARCHI PER TUTTI SI STA TRASFERENDO QUI: http://www.parchipertutti.com
In questo momento il sito è in costruzione quindi potrete riscontrare problemi, vi chiediamo di pazientare fino a lavoro ultimato.

Continueremo ad aggiornare il blog direttamente sul nuovo sito: http://www.parchipertutti.com/blog/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti

23 giugno 2017

Nuove giostrine a Camigliano

CAMIGLIANO. Sono entrate in funzione le giostrine per disabili al parco giochi in piazza Kennedy. Potranno essere vissute a pieno anche dai bambini che hanno problemi e non possono usare le giostrine tradizionali. 
Notizia integrale qui: http://www.v-news.it/camigliano-giostrine-disabili-paese-borzacchiello-conquista-civilta/
Sarà uno spazio davvero inclusivo? Saranno giochi facilmente accessibili? Noi ce lo domandiamo sempre quando leggiamo notizie di questo tipo e troppo spesso restiamo deluse dalla realtà.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d'autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l'autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni, (diritto di citazione), dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d'autore.

22 giugno 2017

L’altalena per disabili è un’arma anti-bimbo

Imperia - Proteste e segnalazioni sull'atalena per utenti in carrozzina: «Vorremmo segnalare la pericolosità dell’altalena per disabili, benché sia riservata solo a un determinato pubblico, il gioco viene usato abusivamente da tutti i bimbi e persino dagli adulti. Il fatto è che quest’altalena è un ammasso di ferro di notevole peso, un’arma “anti bimbo”. Chiediamo di mettere un lucchetto all’attrezzo in modo da evitare rischi per l’incolumità dei bambini, magari dando la chiave solo ai ragazzi che ne hanno diritto».
Critiche partono anche all’indirizzo di chi, tra gli adulti, non riprende i bambini che approfittano della situazione.
«Quell’attrezzo pesa oltre 200 kg, ha spigoli vivi e pericolosi - si lamenta un papà - di sicuro qualche bimbo si farà male, sempre che prima non si rompa...».
Notizia integrale qui: http://www.ilsecoloxix.it/p/imperia/2017/06/22/ASOoc11H-altalena_genitori_disabili.shtml

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d'autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l'autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni, (diritto di citazione), dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d'autore.

20 giugno 2017

Droga e l’altalena per disabili rubata a Tiggiano: 34enne nei guai

È stata ritrovata dai carabinieri della Compagnia di Tricase l’altalena rubata dal parco giochi del Palazzo Baronale di Tiggiano: si trovava nascosta all’interno dell’abitazione di una 34enne finita nei guai con l’accusa di possesso di sostanza stupefacente e ricettazione. La giostrina era stata rubata da ignoti.
I carabinieri, una volta ricevuta la denuncia, hanno avviato immediate indagini che hanno portato alla perquisizione e ritrovamento del pezzo dell’altalena dentro una sgabuzzino, ove era stata nascosta temendo che qualcuno, a causa del grande clamore che l’evento aveva suscitato, la potesse riconoscere e notare nel cortile dove era stata fatta precedentemente montare. L’altalena invece, verrà riconsegnata il prima possibile alla comunità di Tiggiano.
Notizia integrale qui: http://www.leccesette.it/dettaglio.asp?id_dett=44828&id_rub=58

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d'autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l'autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni, (diritto di citazione), dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d'autore.

19 giugno 2017

Altalena riservata a utenti in carrozzina

Un'altalena per utenti in carrozzina, forse era meglio specificare, altrimenti qualche furbetto pensa ci possano salire anche bambini con disabilità motoria che sono in grado di camminare. Su questa altalena possono salire solo coloro che sono seduti in carrozzina :-)
Almeno in questo Comune lo ammettono, non fanno finta sia un gioco per tutti: altalena riservata a utenti in carrozzina.
Immagine CanicattìWeb
La giostrina che è stata donata dal Lions di Canicattì è una giostrina per bambini disabili, cioè bambini che per problemi motori non possono utilizzare le altre giostre.
Pertanto vorremmo dire a tutti i bambini, ma sopratutto ai genitori di bambini cosiddetti normodotati, cioè senza alcun problema di ambulazione o altro, che quella giostrina non va utilizzata
Cesare Sciabarrà
Notizia integrale qui: http://www.canicattiweb.com/2017/06/19/canicatti-la-giostrina-per-i-diversamente-abili-proviamo-a-spiegare-a-chi-serve-intervento-su-altre-giostrine-da-parte-delluff-manutenzione/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d'autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l'autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni, (diritto di citazione), dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d'autore.

Sondaggio: altalena per utenti in carrozzina accanto a parco giochi classico

Sondaggio! A Lamezia Terme è stata installata un'altalena per utenti in carrozzina, (gioco esclusivamente riservato a chi sta seduto su una quattroruote), accanto a un parco giochi con strutture classiche. Il genitore del bimbo in carrozzina può portare il figlio sull'altalena, mentre dondola il bambino può anche guardare gli altri bambini che giocano insieme su strutture a lui non accessibili. Voi portereste vostro figlio sull'altalena in questo contesto?
Come si sentirebbe il bambino? Magari potrebbe avere il desiderio di giocare insieme agli bambini che vedere correre, ridere, scherzare insieme. Ma non può! Questa è inclusione?

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d'autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l'autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni, (diritto di citazione), dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d'autore.

18 giugno 2017

Consiglio di lettura: Giocate all'aria aperta - Angela J. Hanscom

Giocate all'aria aperta! Perché il gioco libero nella natura rende i bambini intelligenti, forti, sicuri. Autore: Angela J. Hanscom. Prefazione: Richard Louv. Traduzione: Michela Orazzini. Editore: Il leone verde.

Oggi è raro vedere bambini che si rotolano giù dai pendii erbosi o si arrampicano sugli alberi per divertimento. Preoccupazioni legate alla sicurezza ci hanno indotto a eliminare giostrine e altalene. Ma mentre la vita dei nostri figli è sempre più “virtuale” e ruota attorno agli schermi di Tv, smartphone e computer, gli insegnanti notano una diminuzione dell’attenzione e i dottori denunciano un aumento allarmante dei disturbi emotivi e sensoriali. E dunque, come assicurare ai nostri bambini un pieno coinvolgimento di mente, corpo e tutti i sensi?
In Giocate all’aria aperta! Angela Hanscom – ergoterapeuta pediatrica e fondatrice di TimberNook – getta una luce sulla silenziosa epidemia che affligge i bambini moderni, spiega perché il movimento e il gioco libero all’aperto sono vitali per lo sviluppo cognitivo e fisico dei nostri figli, e offre persino strategie divertenti e coinvolgenti che li aiutino a trasformarsi in adulti sani, equilibrati e resilienti.
Nel nuovo libro di Angela Hanscome Giocate all'aria aperta troverete molti altri approfondimenti sul sistema vestibolare, su come promuoverne lo sviluppo e sulla sua importanza per l’integrazione generale delle abilità motorie e intellettive, insieme, naturalmente, a tutti gli altri sei sensi.
Più sotto potete trovare alcune citazioni dal libro

La triste e cruda verità è che se paragoniamo i bambini di oggi a quelli delle generazioni passate, semplicemente non reggono il confronto. Sono più deboli, meno resilienti e fantasiosi. Fanno fatica a stare attenti a scuola e a controllare le proprie emozioni, non riescono a muoversi nell'ambiente senza farsi male. L'alimentazione e l'esercizio fisico possono essere d'aiuto e sono le due aree in cui di solito la gran parte dei genitori si concentra. È provato che attraverso l'alimentazione e l'esercizio fisico si può combattere l'obesità e migliorare la salute generale e la resa scolastica. Tuttavia sembra che concentrarsi solo sull'alimentazione e l’esercizio fisico strutturato abbia contribuito al declino dello sviluppo sensoriale e motorio che osserviamo nei bambini di oggi, in quanto è passato in secondo piano la nostra comprensione di queste pietre miliari dello sviluppo. La buona notizia? Esiste una speranza! La risposta è davvero molto semplice e chiara: il gioco attivo e libero - idealmente all'aperto – è essenziale per lo sviluppo sensoriale e motorio. Consentire ai vostri figli di avere tempo e spazio per giocare all'aperto ogni giorno può migliorare e favorire in modo significativo una crescita sana.

Esistono molti modi di approcciare una discussione sul corpo, ma per quanto ci riguarda osserveremo lo sviluppo di due abilità particolari e fondamentali: quelle grosso-motorie e quelle della motricità fine. Sono abilità che vengono affinate quando i muscoli, il cervello e il sistema nervoso lavorano insieme per permettere al bambino di compiere una qualunque azione fisica, dal calciare un pallone (attività grosso-motoria) al disegnare con i colori (motricità fine). È necessaria una pratica quotidiana per perfezionare e rafforzare entrambe le abilità motorie

Offrire la possibilità di esplorare giocare fuori consente di cimentarsi nelle abilità motorie fino all'età adulta.
Oltre i muscoli di gambe e braccia, anche quelli del tronco e del collo servono le attività grosso motorie
Senza una forza, una coordinazione e un controllo adeguato dell'apparato grosso-motorio, diventa molto difficile padroneggiare le abilità della motricità fine, come allacciarsi la camicia, tagliare con le forbici e togliersi le scarpe

Resistenza
“Resistenza” vuol dire essere in grado di persistere nelle sfide fisiche. I bambini con poca resistenza si stancano facilmente e abbandonano più in fretta. È importante avere una buona resistenza, perché permette al bambino di giocare per ore senza bisogno di lunghe pause per riprendere fiato, favorisce un corpo sano e un buon sistema immunitario. Oltretutto, i bambini si sentono meglio e acquistano sicurezza se possono giocare senza bisogno di pause. Per sviluppare una buona resistenza, sono necessarie due cose: forza adeguata e gioco attivo che acceleri il battito cardiaco. Servono molte opportunità per aumentare e mantenere la forza. Tutto questo si può ottenere con tantissimo gioco all'aperto. Sollevare sassi pesanti per costruire un argine, arrampicarsi sugli alberi e su scale di corda, scavare sulla spiaggia, spingersi su e giù sull'altalena e andare in bicicletta sono perfetti sono esempi perfetti di bambini che giocano e allo stesso tempo sviluppano la propria forza.

Ah... la libertà! Liberi di giocare a ciò che si vuole; liberi di esplorare;, liberi di vagare lontano da casa; liberi di sbagliare, liberi di saltare, fare giravolte, ballare, gridare, arrampicarsi; liberi di correre dei rischi. Ecco cos'è il gioco libero e attivo:i muovere il corpo, stimolare i sensi, accendere l’immaginazione così che il corpo e la mente siano coinvolti un tempo. I neuroni mettono in moto tutti i cilindri del motore quando i bambini esplorano ciò che li circonda, vivendo appieno. Il gioco libero attivo all'aperto è sempre più raro, una cosa del passato; eppure è più importante che mai smettere di riempire di impegni bambini per introdurre più opportunità di gioco e movimento. La mente e il corpo dei bambini dipendono dal gioco libero e attivo per star bene e svilupparsi al meglio.

Le aree attrezzate iniziano a diffondersi attraverso gli Stati Uniti nei primi anni ‘20 del ventesimo secolo, col proposito di togliere i fanciulli dalle strade e offrire un luogo sicuro per giocare che si raggiungesse a piedi da casa. I parchi gioco erano importanti soprattutto per quei bambini che vivevano nei centri cittadini senza accesso a aree naturali in cui giocare. I parchi gioco degli inizi del ‘900 e fino alla metà del secolo di solito avevano strutture per arrampicarsi che andavano dai 3 ai 9 metri di altezza, scale orizzontali, giostre, scivoli d'acciaio lunghi dai 6 ai 9 m, altalene di 4 metri e mezzo di ampiezza e travi oscillanti.
Verso gli anni 70-80, la maggior parte di queste attrezzature non erano ormai obsolete e dovevano essere sostituite, ma anziché rimpiazzarle con strutture nuove dello stesso calibro le scuole e gli enti governativi hanno scelto di utilizzare versioni “più sicure”. Hanno fatto così la loro comparsa attrezzature super sicure di plastica dai colori sgargianti, insieme ai trucioli di legno e alla pavimentazione in gomma.
Le altalene sono più corte e ai bambini vengono anche poste molte restrizioni su quello che possono fare quando vanno sull'altalena.
Ricordo ancora quando da bambina salivo su quelle alte altalene di metallo, mi sovrastavano, e rappresentavano una sfida, una conquista. Io e la mia amica iniziavamo a spingere una accanto all'altra ci sorridevamo mentre cercavamo di andare all'unisono. Era necessario qualche minuto per far arrivare l'altalena al massimo e naturalmente ci arrivavamo sempre. Altre volte, vorticavano avvolgendo le corde, sempre più veloci, mi ricordo persino di avere saltato dall'altalena per vedere fin dove riuscivo ad arrivare. Ci sembrava di volare, inarrestabili e questo ci colmava di gioia e sicurezza. Non mi dondolano soltanto, affrontavo ogni volta una vera sfida.


Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d'autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l'autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni, (diritto di citazione), dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d'autore.

17 giugno 2017

279 esima altalena per carrozzine in Italia

Lamezia Terme. È stata inaugurata la prima altalena inclusiva della città da parte del Rotaract Lamezia.
Un contributo importante spiega Beatrice Magno, presidente del Rotaract Club Lamezia Terme “l’installazione di questa altalena per bambini diversamente abili, li aiuterà a giocare e avere le stesse possibilità di tutti gli altri e insieme agli altri”
Valerio Mercuri, segretario distrettuale Rotaract 2100, sottolinea “il progetto diversamente liberi va ad inserirsi in contesto più ampio: il nostro distretto che si compone di Calabria e Campania ha pianificato e ottemperato 16 interventi e la realizzazione di 7 parchi inclusivi in Calabria, 6 in Campania”.
Notizia integrale qui: http://www.lametino.it/Ultimora/lamezia-inaugurata-al-parco-impastato-la-prima-altalena-inclusiva-per-disabili-offerta-del-rotaract.html

Noi lo ribadiamo per l'ennesima volta: un'altalena per utenti in carrozzina non può rendere inclusivo un parco, un parco inclusivo è un luogo dove i bambini possono interagire e giocare insieme e purtroppo l'altalena per carrozzine è un gioco esclusivo: riservato ai soli utenti che stanno seduti su una carrozzina. Come si fa a giocare insieme? Ci sono altri giochi nel parco dove è stata installata l'altalena? Giochi accessibili? Noi apprezziamo l'impegno ma sarebbe bello se si scegliessero giochi utilizzabili da tutti contemporaneamente e non giochi esclusivi.
In Italia siamo arrivati a 278 installazioni di altalene per utenti in carrozzina e circa 43 parchi gioco inclusivi...

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Tutto il materiale presente in questo sito è protetto dalle norme a tutela del diritto d'autore e non può essere utilizzato senza nostro consenso, (quindi non è possibile usare la funzione copia/incolla e ripubblicare i nostri articoli). Potrete invece sempre contattarci per chiederci l'autorizzazione a usare il nostro materiale, (spesso ripubblicato su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti previo contatto). È anche possibile fare corte citazioni, (diritto di citazione), dei nostri testi, citandoci come fonte e inserendo un link al post originale. In particolare tutte le immagini pubblicate sul sito sono di nostra proprietà, come certifica il watermark che non va rimosso in alcun caso. Ci riserviamo di fare intervenire il nostro legale nel caso il nostro materiale venga usato senza nostro consenso e non rispettando la normativa vigente sul diritto d'autore.

Morgan's Wonderland

Un nuovo parco acquatico apre il 17 giugno a San Antonio, Texas. Il primo parco acquatico completamente accessibile alle persone con disabilità
Nel parco sono a disposizione carrozzine elettriche azionate da aria compressa al posto delle batterie che possono essere utilizzate gratuitamente dagli ospiti.
Ci  sono anche altri due tipi di carrozzine: una classica e una che deve essere spinta da un accompagnatore
La temperatura dell’acqua può essere variata per accogliere le esigenze di chi è sensibile al freddo.
Notizia integrale qui: http://mashable.com/2017/06/15/morgans-inspiration-island-water-park-disability/#Wu4Nia.tWiqY
Un articolo che racconta la notizia in italiano: http://www.universomamma.it/il-primo-parco-acquatico-accessibile-ai-bambini-con-disabilita-e-realta-foto/
A new water park called Morgan’s Inspiration Island was designed for people with a wide range of disability identities — and it's mind-blowingly accessible. The park, which opens June 17 in San Antonio, Texas, is fully wheelchair-accessible and hopes to welcome people with disabilities through careful consideration in design.
The tropical-themed park features six major attractions, including an accessible river boat ride and a wide variety of splash pads — surfaces with geysers, water cannons, and rain curtains. Splash pads, unlike pools, are more accessible to people with mobility-related disabilities, but still provide the full water park experience.
The park even worked with the University of Pittsburgh to develop a revolutionary new wheelchair called PneuChair that's propelled by compressed air instead of batteries, making them low-cost and waterproof. Guests can use the chairs for free so they don't damage the expensive, battery-powered wheelchairs many people who regularly use wheelchairs rely on.
Another special feature of the park is the ability to quickly change water to warmer temperatures, so guests with sensitivities to cold can still enjoy attractions.
Private, quiet areas are also available for those who may get overwhelmed with crowds and noise, though park attendance is always limited to ensure a milder experience than most theme park settings.
Continue reading here: http://mashable.com/2017/06/15/morgans-inspiration-island-water-park-disability/#Wu4Nia.tWiqY

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Corciano: a luglio si inaugurerà il “Parco delle Fate”

Domenica si è conclusa a San Mariano la XXXIX settimana Sanmarianese alla quale i volontari della Croce Rossa Comitato di Corciano sono stati presenti per un’importante raccolta fondi, pesca di beneficenza e raccolta quote Sostenitori C.R.I. destinati alla realizzazione del “Parco delle Fate”. Il Parco delle Fate è un parco inclusivo dove tutti i bambini, anche quelli in carrozzina, potranno giocare insieme e verrà realizzato nel quartiere del Girasole – San Mariano e sarà costituito da tre giochi: un’altalena con cesto e pavimento antitrauma, una giostrina e un “Percorso per un Sorriso”.
Si prevede l’inaugurazione nel mese di luglio
Notizia integrale qui: http://www.corcianonline.it/2017/06/16/c-r-i-corciano-obiettivo-raggiunto-a-luglio-si-inaugurera-il-parco-delle-fate/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

16 giugno 2017

Inaugurazione parco giochi a Spiaggetta - Orbetello

Orbetello (Grosseto). Sabato 17 giugno alle ore 10 presso località Spiaggetta verrà inaugurato il nuovo parco giochi dotato di alcune attrezzature per bambini con disabilità
Notizia integrale qui: https://www.grossetonotizie.com/inaugurazione-parco-giochi-spiaggetta-orbetello/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

14 giugno 2017

Città di Arese - Mi lancio nel bilancio

Arese (Milano)
Dal 13 al 20 giugno sarà possibile scegliere le proprie proposte tra le finaliste nella filiera sociale e sport e una tra le due idee progettuali scaturite dal percorso di progettazione partecipata della parte antistante il Cinema Teatro di piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Tra le proposte  GIOCO ANCH’IO!
(Priorità 3 - Progetti a rilevanza sociale)
Installazione di una area giochi a filo terreno fruibile anche da bambini diversamente abili, per un parco inclusivo
Notizia integrale qui: http://www.comune.arese.mi.it/Articoli/Home-Page/Notizie-in-evidenza/13-12965%5EMi-lancio-nel-bilancio.asp?ID_Macromenu=1&ID=12965

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Delibera su stadio Roma

Si è conclusa la prima della tre giorni di lavori dell'Assemblea Capitolina per l'approvazione della delibera n. 38/2017 inerente il 'Nuovo Stadio in località Tor di Valle'.
Tra i vari punti che sono stati accolti:
- ulteriore valorizzazione del parco fluviale, dotandolo anche di attrezzature ludiche e un congruo numero di giochi per diversamente abili.

Notizia integrale qui: http://www.adnkronos.com/fatti/politica/2017/06/12/via-tre-giorni-campidoglio-per-approvare-delibera-stadio-roma_ttkb0mgC1aDji1uRcdTAAP.html

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

13 giugno 2017

Pontecagnano: presto avvio lavori al Parco giochi "Peter Pan"

Pontecagnano (Salerno). Si procederà in breve tempo all’avvio dell’intervento di sistemazione e riqualificazione del parco giochi “Peter Pan”. Il progetto prevede, per un importo complessivo di circa 52mila euro, la sostituzione e sistemazione dell’intera pavimentazione antitrauma, la manutenzione e installazione di nuovi giochi, tra cui attrezzature per disabili, la fornitura di panchine e cestini.
Notizia integrale qui: https://www.salernonotizie.it/2017/06/09/pontecagnano-parco-giochi-peter-pan-verso-lavvio-dei-lavori-sistemazione/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Altalene ad Enna

Enna. Le bambinopoli di piazza della Legalità e di Montesalvo avranno al più presto le altalene per i diversamente abili. Per diversi mesi a causa della mancanza di fondi quelle altalene sono rimaste chiuse nel deposito comunale ma adesso sarà possibile montarle a titolo gratuito grazie alla disponibilità della Confartigianato che si è messa a disposizione attraverso le sue imprese dopo il coinvolgimento chiesto dall’assessore Giovanni Contino.
Notizia integrale qui: http://www.vivienna.it/2017/06/09/enna-altalene-per-i-diversamente-abili-nelle-bambinopoli-di-piazza-legalita-e-montesalvo/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

12 giugno 2017

Presentato il progetto Parco Inclusivo Mazara del Vallo

Sarà Silvia Mezzanotte la testimonial del progetto "UN PARCO PER TUTTI" il primo parco inclusivo siciliano. L'iniziativa presentata questa mattina all'Auditorium Mario Caruso di Mazara del Vallo in collaborazione con l'Amministrazione Comunale, prevede la creazione di un parco inclusivo, costruito con giochi ideati ad hoc dall'architetto Buscarino con lo scopo di abbattere le diversità e le barriere architettoniche, favorendo interazione, integrazione e inclusione tra i bambini normodotati e diversamente abili nel contesto a loro più congeniale: il gioco. 
A promuovere il progetto l' Associazione Onlus Abilmente Uniti, nata per sostenere l' integrazione e l'inclusione scolastica e sociale dei bambini disabili. Presenti alla conferenza stampa: Architetto Giuseppe Buscarino (autore del progetto); Assessore Anna Monteleone ( Politiche Sociali Comune di Mazara del Vallo); Associazione Canto del Marrobbio 
Campagna AIUTACI A REALIZZARE IL TUO PARCO INCLUSIVO 
IBAN IT 18R0 5034 8188 1000 00000 3288 - ASSOCIAZIONE ABILMENTE UNITI.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Sassari, fondi per gli impianti cittadini

Sassari. Palazzo Ducale ha pronta una pioggia di fondi per intervenire sugli impianti sportivi della città e per realizzarne di nuovi. Quasi 9 milioni che sono in cassa da tempo ma che aspettavano l’approvazione del bilancio di previsione e del bilancio consuntivo per poter essere liberati e spesi.
Un nuovo campo di calcio a Campanedda, rimodernamento degli impianti della Torres tennis, un percorso per fitwalking nel parco Adelasia Cocco Solinas sulla Buddi Buddi, lavori al campo di calcio di viale Adua e agli impianti sportivi di via Rockefeller, riqualificazione del centro sportivo di Carbonazzi, ...

Questi progetti sono finanziati con l’accesso al Credito sportivo. Con i fondi Jessica invece Palazzo Ducale interverrà nelle strutture del Monte rosello alto, tra via Torralba e via Baldedda, e spenderà 750 mila euro per riqualificare il campo di calcio, i campetti e realizzare un parco giochi inclusivo, ossia accessibile anche ai bambini disabili.
Notizia integrale qui: http://www.sardegnanews.info/2017/06/11/pioggia-di-fondi-per-gli-impianti-cittadini/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

10 giugno 2017

Parchi gioco a misura di tutti, Trani partecipa al bando regionale

Nei giorni scorsi il Comune di Trani ha partecipato al bando di finanziamento regionale per l'adeguamento dei parchi gioco comunali alle esigenze dei bambini con disabilità. L'Ufficio tecnico comunale ha predisposto il necessario progetto tecnico allegando la idonea relazione illustrativa dell'intervento che riguarderà, in caso di ammissione al finanziamento sia la Villa comunale sia il parco di via Polonia, sia Villa Bini.

L'intervento prevede l'installazione di dispositivi ludici che consentirebbero la fruibilità piena delle suddette aree anche da parte dei bambini con disabilità. L'iniziativa regionale ha lo scopo di assicurare che i bambini con disabilità abbiano eguale accesso rispetto agli altri bambini alla partecipazione ad attività ludiche, ricreative e di tempo libero e possano beneficiare di questi servizi in maniera atta a concretizzare la più completa integrazione sociale ed il loro sviluppo personale.

Notizia integrale qui: https://www.traniviva.it/notizie/parchi-gioco-a-misura-di-disabili-il-comune-partecipa-al-bando-regionale/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

9 giugno 2017

Ardea, a giorni il primo parco giochi inclusivo

Ardea, 07/06/2017. Ancora alcuni giorni e i bambini potranno giocare all’interno del parco di via Reno. L’area giochi è la prima zona inclusiva che consente anche ai bambini con disabilità motoria o in carrozzina, di poter usufruire dei giochi presenti all’interno del parco.

Il parco è adatto all’utilizzo di bambini con e senza disabilità, con giochi appositamente progettati e con una nuova pavimentazione antitrauma, in modo da stimolare l’inclusione, evitando i giochi ad esclusivo uso degli uni e degli altri.

Notizia integrale qui: http://ostia.newsgo.it/2017/06/ardea-a-giorni-verra-inaugurato-il-primo-parco-giochi-inclusivo/
Alcune immagini dei lavori in corso qui: http://www.lecodellitorale.it/2017/06/07/tor-san-lorenzo-quasi-conclusi-lavori-del-primo-parco-inclusivo-ardea/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Un'altalena rende inclusivo un parco?

Cairo Montenotte (Savona). "Il Parco delle Ferrere è aperto alla cittadinanza raddoppiato nella sua estensione. E' il primo parco "inclusivo" del nostro Comune e quindi accessibile in alcuni giochi anche per bambini disabili." Fulvio Briano
Immagine Fulvio Briano
Post facebook del Sindaco Fulvio Briano: https://www.facebook.com/portasoprana/posts/1457528454335388

L'ennesimo parco giochi definito inclusivo, ma lo è veramente? Proviamo a capire quali sono i giochi fruibili anche da parte di bambini con disabilità, magari motoria, bambini che usano la carrozzina, bambini che si spostano con difficoltà nel cammino da soli o con l'aiuto di un deambulatorre...
A vedere le immagini pare che non ce ne siano: la struttura principale con scivoli è dotato di parete di arrampicata e scale e il fondo del parco è coperto d'erba.
Là in fondo c'è un'altalena dotata di schienale, quella è sicuramente potenzialmente accessibile a tutti e pare essere l'unico gioco di tutto potenzialmente accessibile di tutto il parco ma c'è un grossissimo problema ovvero l'erba. Caratteristica imprescindibile di un parco giochi inclusivo è l'accessibilità ovvero la possibilità di poter accedere con facilità al luogo e ai giochi e qui mancano sia i vialetti che la pavimentazione liscia e pianeggiante, (presente solamente sotto al modulo gioco principale). Tra l'altro manca pure la pavimentazione smorzacadute sotto le altalene. Questo nostro post non vuole essere una critica ma spunto di riflessione.
Quando leggiamo l'accostamento "parco giochi + inclusivo" utilizzato a sproposito ci rendiamo conto che tutti gli anni trascorsi a far sensibilizzazione non son serviti a nulla. Inclusione significa portare una persona all'interno dello stesso cerchio quindi, nel campo delle aree gioco, realizzare uno spazio il più possibile accessibile e fruibile da parte di tutti proprio per permettere a tutti di giocare insieme. In questo parco giochi un bambino con disabilità motoria ha sicuramente difficoltà ad accedere al luogo stesso, figuriamoci se riesce a giocare. Apprezziamo l'impegno, il voler inserire l'altalena fruibile da parte di molti utenti con o senza disabilità ma purtroppo non è sufficiente a rendere questo parco inclusivo e non è corretto utilizzare a sproposito le parole: chi non sa nulla di parchi inclusivi si convincerà che sia sufficiente comprare un'altalena e magari pure altre amministrazioni faranno lo stesso.
Fortunati i bimbi di questo paesino perché hanno un nuovo parco giochi, ma non definiamolo inclusivo, e in ogni caso i bambini con disabilità resteranno a guardare.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

8 giugno 2017

Bellaria Igea Marina installata un'altalena

Bellaria - Igea Marina (Rimini). Sempre in tema di infanzia, si segnala inoltre che è ora presente presso il “Parco del Comune” (in particolare nella zona ad angolo tra via De Gasperi e via Caduti per la Libertà), un’altalena inclusiva’, che offre la possibilità di accedere e giocare anche a bambini con disabilità; un apposito sedile è stato di recente installato nell'ambito della manutenzione annuale dei giochi nei parchi pubblici.
Notizia integrale qui: http://www.voce23.it/2017/06/07/bellaria-igea-marina-al-parco-del-comune-ce-laltalena-inclusiva/
Ricordiamo però che un'altalena, come una rondine, non fa primavera! Per raggiungere l'obiettivo dell'inclusione, in tema giochi per parchi, è necessaria la realizzazione di un parco giochi inclusivo. E poi chissà se è presente un vialetto per raggiungere questa bella altalena...

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Monza: ecco le altalene “inclusive” in tre giardini pubblici della città

Monza. C’è voluto più tempo del previsto. Alla fine, però, sono arrivati. Si tratta di tre “giochi inclusivi”, che sono stati installati nelle aree verdi di viale Romagna-Via Marche, di via Don Valentini-della Guerrina e di via Enrico da Monza, all’interno dei giardini del centro sportivo Nei.
Si trovano in questi spazi le uniche tre altalene per disabili presenti in città. L’ultima ad essere stata posizionata, un paio di settimane fa, quella nell’area verde nei pressi della parrocchia di San Paolo.
Notizia integrale qui: http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/monza-ecco-le-altalene-inclusive-in-tre-giardini-pubblici-della-citta_1239158_11/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Conferenza stampa parco inclusivo Mazara del Vallo

Lunedì 12 giugno alle ore 10 nell’Auditorium Mario Caruso di Mazara del Vallo l’Associazione Abilmente Uniti Onlus con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale presenterà il progetto “Parco Inclusivo”.
Sarà presente Silvia Mezzanotte, madrina e testimonial dell’iniziativa progettuale che mira alla realizzazione di un Parco Giochi accessibile sia a bimbi normodotati che diversamente abili, un luogo di aggregazione per grandi e piccini.
Nel corso della conferenza stampa, con supporti video, saranno illustrati i dettagli del progetto e lanciata la campagna  “Sostieni il tuo Parco inclusivo”.
Modererà la conferenza stampa Massimiliano Bucca, consigliere nazionale della Federazione Sport Sordi Italia. Interverranno oltre a Silvia Mezzanotte, l’Assessore comunale alle Politiche Sociali Anna Monteleone e Valeria Pellicane, presidente dell’Associazione Abilmente Uniti Onlus di Mazara.

Notizia integrale qui: http://www.comune.mazaradelvallo.tp.it/portale-informazioni/ufficio-stampa/addetto-stampa/avviso-di-conferenza-stampa-201cparco-inclusivo-mazara-del-vallo201d

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Darkroom Gallery Bologna - Mostra "Visioni urbane"

Darkroom Gallery Bologna - Dal 27 maggio al 7 giugno - Mostra "Visioni urbane"

Dunque, è arrivato il momento di assegnare il premio al merito. La scelta è stata difficile in quanto tutti hanno esposto dei lavori di buon livello. Ognuno ha dato una sua chiave interpretativa riguardo a questo nostro paesaggio urbano sempre più invadente. Traspare per lo più un sentimento spesso negativo verso una città che subisce sempre più massicce contaminazioni perdendo i suoi caratteri originali.


L'unica "visione urbana" positiva è stata quella di Anna Calabrese. Nelle foto di Anna c'è una visione diversa di una periferia piacevolmente pervasa di aree giochi per bambini, l'unica contaminazione esterna che dobbiamo essere disposti ad accettare tutti. Il premio al merito va quindi ad Anna Calabrese.
Notizia integrale qui: https://www.facebook.com/events/291862411236947/permalink/304064976683357/

Nelle immagini presentate da Anna Calabrese è ritratto il Parco della Gioia di Mister Sorriso (parco inclusivo di Taranto).

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

6 giugno 2017

Ragazzi danneggiano giochi a Modena

Modena Nel tardo pomeriggio di sabato 27 maggio un gruppo di sei giovani – quattro ragazzi e due ragazze – tutti studenti che frequentano regolarmente le scuole superiori, ha trovato una motosega nascosta in un cespuglio nel parchetto tra le vie Tenco e Leopardi. Dopo aver impiegato parecchi sforzi per accenderlo, alcuni hanno usato l’attrezzo contro gli arredi pubblici. Ad essere danneggiata è stata soprattutto l’altalena, di cui hanno tagliato un palo, ma anche la pedana in gomma su cui sono collocati i giochi e una panchina nelle vicinanze. Ha dato l’allarme un cittadino che ha chiamato la Polizia municipale, mentre i ragazzi sono fuggiti abbandonando la motosega.
Grazie ad un accurato lavoro di indagine e alla collaborazione dei residenti, anche di altri giovani ascoltati dagli agenti nei giorni successivi, la Polizia giudiziaria è riuscita a risalire agli autori dei danneggiamenti e a contattare le famiglie.

Notizia integrale qui: http://www.comune.modena.it/salastampa/archivio-comunicati-stampa/2017/6/studenti-danneggiano-con-motosega-i-giochi-del-parco

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Nuovi giochi a Scandicci

Scandicci (Firenze). Un nuovo scivolo e nuove altalene a forma di dinosauro, in acciaio e nel materiale di ultima generazione hpl, al posto dei vecchi giochi in legno ormai vetusti nei giardini di piazza Repubblica. L’inaugurazione - giovedì 1 giugno 2017 alle 15,30 alla presenza del Sindaco Sandro Fallani e dell’assessora al Verde pubblico Barbara Lombardini - riguarda la prima di una lunga serie di sostituzioni fissate da un piano del Comune per 38 aree verdi cittadine, con giochi progettati secondo le ultime indicazioni e normative in fatto di sicurezza e resistenza nel tempo, al posto delle attrezzature in legno di vecchia concezione che garantivano una minor durata nel tempo. “Nei prossimi mesi e nel prossimo anno provvediamo a sostituire i giochi nei nostri parchi e giardini – dice l’assessora al Verde pubblico – con un piano che coprirà ogni zona del nostro territorio, in 38 aree complessive, con la previsione dei primi due giochi inclusivi adatti anche ai bambini diversamente abili; questi ultimi saranno poi estesi a tutti i quartieri come fissato dall’articolo 17 dell’ultimo Regolamento del Verde pubblico di Scandicci.”.
Notizia integrale qui: http://www.comune.scandicci.fi.it/index.php/notizie/5563-nuovi-giochi-per-bambini-in-38-parchi-prima-inaugurazione-ai-giardini-di-piazza-repubblica.html

Nuovi giochi per bambini nei giardini di Scandicci. Un piano del Comune ha in programma la sostituzione di altalene, scivoli e giochi in 38 aree verdi cittadine, con giochi "progettati secondo le ultime indicazioni e normative in fatto di sicurezza e resistenza nel tempo, al posto delle attrezzature in legno di vecchia concezione che garantivano una minor durata nel tempo", riporta una nota.
 L'inaugurazione delle prime installazioni è avvenuta giovedì 1 giugno, nei giardini di piazza della Repubblica, non sono mancate però le polemiche di alcune mamme, in relazione proprio ai nuovi giochi: via social malcontento in particolare per la struttura dei nuovi scivoli, poco sicuri secondo le mamme (scalini troppo alti, scivolosi e mancanza di corrimano adeguato).
Notizia integrale qui: http://www.055firenze.it/art/152413/Scandicci-scivoli-nuovi-giochi-bambini-giardini-scatta-polemica

Alcune immagini sulla pagina facebook del Comune di Scandicci: https://www.facebook.com/comune.scandicci/posts/1858027011119015

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Costretto a passare la vita su una sedia a rotelle?

Parco del Parterre, Livorno – Un titolo ironico “Spingi babbo Spingi” per evidenziare il continuo uso scorretto, pericoloso e spesso di menefreghismo verso i diritti dei diversamente abili.
Il parco ha moltissime altalene e giochi per tutti i bambini normodotati, da castelli alle altalene, alle barche dei pirati e così via. Il parco si è dotato tra i primi in italia di giochi inclusivi e spesso l’uso scorretto dell’altalena per bambini in carrozzina ha fatto si che si rompesse.
Notizia integrale qui: https://livornopress.it/spingi-babbo-spingi-alla-faccia-dei-divieti

Siamo d’accordissimo sul fatto che questo tipo di altalena non deve assolutamente essere utilizzata da bambini che stazionano in piedi sulla pedana perché riservata a utenti in carrozzina, (sopratutto per motivi di sicurezza).
Però le parole utilizzate nell’articolo non ci piacciono: “costretto a passare la vita fin da piccolo su una sedia a rotelle senza la gioia di poter correre, giocare a palla, mettersi a sedere in terra per giocare come gli altri bambini, ma costretto ad essere spinto da un genitore perchè la sedia a rotelle è troppo pesa”.
A noi questa frase trasmette compassione e fa pensare al “poverino in carrozzina”. Nessuno mette mette in dubbio che il bimbo avrebbe preferito camminare ma moltissimi bambini che usano la carrozzina si possono alzare, possono sedersi in terra, possono spingersi da soli ed esistono tantissimi sport, anche con la palla, che si possono fare in carrozzina. Avete mai visto sfrecciare un bimbo giù da una discesa? O un bimbo “correre” con la carrozzina elettrica mentre ride inseguito da alcuni bimbi a piedi? Perché dobbiamo sempre far apparire i bambini con disabilità motoria come dei poverini?

Libertà: questa parola risuona quando si riflette sull’importanza di uno strumento quale è la carrozzina. “Io di me stesso scrivo sempre: ‘vivo e lavoro in sedia a rotelle’. Vivo e lavoro, ossia sono libero, ‘grazie’ alla carrozzina. Senza di lei sarei immobile. La carrozzina è quasi congenita, mi si adatta, o meglio io ormai aderisco alla sua superficie, la calzo come un guanto, la conosco perfettamente...” (Franco Bomprezzi nel post “Elogio della carrozzina”).

Anche il centro Informare un´H, intitolato a Gabriele e Lorenzo Giuntinelli, ha segnalato il taglio troppo pietistico dell'articolo apparso su Livornopress
Le persone con disabilità possono certamente vivere una vita dignitosa se la società le mette in condizione di farlo. Non sempre è sufficiente fare la cosa giusta, a volte è necessario farla anche nel modo giusto. http://www.informareunh.it/laltalena-il-gioco-e-la-candela/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

5 giugno 2017

Nuovo parco ad Anzio

Anzio (Roma). Dovrebbe partire a giorni, come annunciato dall’assessore all’Ambiente di Anzio, Patrizio Placidi, la sistemazione del parco giochi di Villa Adele. I vecchi giochi, arrugginiti, pericolanti e decisamente malmessi, saranno sostituiti da una nuova area giochi, con attrazioni fruibili ai diversamente abili, un settore per i bimbi fino a quattro anni ed un altro per i bambini più grandi.
Notizia integrale qui: http://www.inliberuscita.it/immagini/87182/anzio-in-arrivo-il-nuovo-parco-giochi-intanto-a-villa-adele/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Inaugurazione parco a Bolano

Bolano (La Spezia). Venerdì 9 Giugno alle 17.30, in Via Dante a Ceparana di Bolano, l’Associazione “Su la testa” onlus e il Comune di Bolano, in collaborazione con l’Associazione “Nuove Generazioni” onlus, la Pubblica Assistenza e l’Istituto Comprensivo ISA 20 di Bolano, aprono alla cittadinanza il progetto “Il Parco delle Farfalle”.
Notizia integrale qui: https://www.gazzettadellaspezia.it/cultura/item/72352-bolano-inaugurato-il-parco-delle-farfalle
Il progetto “Il Parco delle farfalle” ha preso il via con la riqualificazione di un'area del parco comunale a pochi metri dalla piazza delle corriere, e ne prevede la gestione mobilitando risorse già esistenti sul territorio e impegnate a promuovere una vera cultura della solidarietà.
Il progetto è primariamente rivolto a sostenere le famiglie nel loro compito educativo, in particolare anche quelle con figli disabili minori, infatti nel parco sono stati collocati giochi accessibili a tutti i bambini opportunamente segnalati da percorsi tattili-odorosi e sonori, inoltre quale manifestazione tangibile di incoraggiamento alla speranza per il futuro di tutti i bambini, la gestione del parco riqualificato è stata affidata a persone disabili adulti del Centro Socio-Educativo “Il Nuovo Volo”.
Ulteriori informazioni qui: http://nuovegenerazionionlus.it/2017/06/04/inaugurazione-parco-delle-farfalle-ceparana-di-bolano/
Cosa rende speciale questo progetto?
Si tratta di un progetto che (come ha ricordato nella presentazione alla comunità la dottoressa Enza Famulare che da oltre un decennio collabora con l’Associazione “Su la testa”) parte dall’ascolto dei bisogni di tutti e si muove sulla valorizzazione delle risorse materiali ed umane esistenti. Contribuisce ad accrescere il senso di responsabilità ed appartenenza del bene comune a partire dai più piccoli, protagonisti, attraverso un concorso di idee,  anche della realizzazione della targa e del logo del parco che unitamente ai totem  informativi  saranno realizzati dagli alunni delle classi III delle medie inferiori di Bolano. Insomma, crediamo sia un esperimento di crescita comune all’insegna tangibile della speranza.
Ulteriori informazioni qui: http://www.fondazionecarispezia.it/territorio_e_news/parco-delle-farfalle-progetti-selezionati-dal-bando-2016-la-famiglia-risorsa/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

3 giugno 2017

Parco del Corsaro Nero di Ventimiglia

Ventimiglia, parco del Corsaro nero. Nell’area di cantiere, alle opere edili ultimate da tempo, si è recentemente aggiunta la sistemazione del verde e l’illuminazione. Ora sono arrivati anche i giochi dalla Galizia, quindi è chiara – e tangibile – la volontà di portare a termine il progetto. La Fondazione Livio Casartelli Ippolita Perraro ha perseguito la strada tracciata dal compianto Livio Casartelli, che, per il parco sul lungomare, aveva sognato qualcosa di speciale. In quel parco si ritroveranno a socializzare i più piccoli ed i meno giovani, indipendentemente dalle capacità, in un equilibrato connubio di attività, non solo motorie, ma anche di ruolo e cognitive. Sarà un parco per bambini con ridotta autonomia motoria o cognitiva, ai quali sono destinati movimenti dolci ed attività fruibili in carrozzella. L’angolo delle storie, realizzato con un insieme di panche a semicerchio ed una seduta centrale, condurrà i bimbi a vivere le storie raccontate dagli anziani, piuttosto che veri e propri contesti educativi. Una nave dei pirati di 200 mq, su tre livelli, coinvolgerà fino a 45 bambini da 1 a 14 anni.
Notizia integrale qui: https://www.riviera24.it/2017/06/parco-del-corsaro-nero-di-ventimiglia-ce-la-volonta-di-concludere-lintervento-256042/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

2 giugno 2017

Termoli nuovi parchi

TERMOLI. Saranno quattro le nuove aree giochi in fase di realizzazione in città.
L’iniziativa, nata dal connubio tra la ditta De Francesco e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Angelo Sbrocca, è stata illustrata in conferenza stampa (qui la diretta facebook curata da Termolionline.it) e prenderà il via sin da subito con la prima area che sarà allestita già entro metà giugno.

“Questo intervento è anche un altro dei risultati ottenuti con il coinvolgimento della Consulta sulle Disabilità che da oggi vogliamo denominare dell’Inclusione – ha spiegato l’assessore alle Politiche Sociali Maria Chimisso – è il frutto di diversi incontri con il presidente della Consulta avv. Tina De Michele e del lavoro di concertazione fatto affinché i 4 parchi siano inclusivi e almeno in ognuno di essi possa esserci almeno un gioco per tutti i bambini”.

Notizia integrale qui: https://www.termolionline.it/2017/06/01/quattro-nuove-aree-giochi-piccoli-poker-divertimento-citta/

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Nuovi giochi a Ca' Tiepolo (Porto Tolle)

Porto Tolle (Ro) - Si è svolta nella mattinata di giovedì 1° giugno a Ca’ Tiepolo l’inaugurazione dei tre parchi gioco, la cui realizzazione era stata prevista nel 2016.
Presso il parco Beccati è stato realizzato un lavoro molto importante: grazie all’impegno dell’amministrazione comunale ed alla tenacia della mamma di Anna Sissa, che da circa due anni aveva chiesto al sindaco l’installazione di alcune giostrine adatte anche a bambini con disabilità, questo finalmente è stato possibile.
Il sindaco Claudio Bellan ha ringraziato per la presenza e partecipazione i bambini, le maestre e le associazioni locali.
Notizia integrale qui: http://www.rovigooggi.it/articolo/2017-06-01/bambini-porto-tolle-rovigo-tripla-inaugurazione-e-gioia-a-ca-tiepolo-esaudite-le-richieste-di-una-mamma-che-chiedeva-l-installazione-di-giochi-anche-per-i-bambini-diversamente-abili/#.WTDrAWjyiM8

Noi di Parchi per Tutti, Claudia e Raffaella, vogliamo ringraziare personalmente il Sindaco Claudio Bellan e ci auguriamo che questa non sia la prima e ultima installazione di strutture gioco che possono essere utilizzate da tutti i bambini.
Porto Tolle entra ufficialmente a far parte di quella piccola cerchia di città italiane che credono nel diritto al gioco e nell'inclusione sociale e si adoperano perché non restino semplici parole vuote sulla carta ma, tramite un impegno concreto, garantiscono a tutti i bambini di vivere una vita piena e dignitosa come stabilito dalla Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia.
Una volta compreso che il gioco è un diritto di tutti i bambini ci aspettiamo che a Porto Tolle ogni nuova piccola o grande area gioco venga realizzata tenendo conto dell'abbattimento delle barriere architettoniche e tramite una scelta consapevole dei giochi ovvero la scelta di quelli più adatti ad essere utilizzati anche da parte di bambini con disabilità.
Un ringraziamento a Romina V. che si è battuta per il diritto al gioco di tutti i bambini e che ci ha inviato quelle belle foto che mostrano i giochi installati a Ca' Tiepolo.

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi per tutti
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.