29 febbraio 2016

Barriere percettive, come fare progettazione inclusiva

Le barriere percettive possono determinare notevoli difficoltà nella mobilità e nell’orientamento di tutti, non solo delle persone con disabilità visiva. Per riconoscerle e abbatterle non basta applicare alla lettera i regolamenti tecnici, ma bisogna aver compreso davvero il problema. È da queste due considerazioni che prende le mosse “Barriere percettive e progettazione inclusiva”, il nuovo libro di Lucia Baracco, architetta ipovedente e presidente dell’associazione Lettura agevolata che descrive minuziosamente le difficoltà che incontrano le persone che vedono poco, muovendosi nell’ambiente urbano, salendo e scendendo le scale, attraversando le strade, spostandosi in grandi spazi come stazioni o aeroporti, usando i mezzi di trasporto, ...

Cinque i diversi capitoli in cui è strutturato il libro: il primo introduce al tema dell’ipovisione e alle sue implicazioni in termini fisici, sociali e psicologici; il secondo è sul concetto di “barriera percettiva” in rapporto al più ampio tema dell’accessibilità; il terzo e il quarto trattano le principali criticità che può incontrare una persona con difficoltà visive; il quinto, infine, è dedicato al trasporto pubblico

Centinaia di fotografie illustrano con esempi, sia positivi che negativi, varie situazioni problematiche, spiegando le difficoltà degli utenti, ma anche e soprattutto l’enorme gamma di possibili soluzioni ...

Per leggere la notizia clicca qui: http://www.cerpa.org/index.html?pg=28&id=641

Claudia Protti & Raffaella Bedetti
Parchi con giochi accessibili per tutti i bambini
N.B: Tutto il materiale presente in questo blog è a vostra disposizione perché crediamo fermamente nel diritto al gioco di tutti i bambini e ogni giorno dedichiamo parecchio tempo a cercare notizie sui parchi inclusivi, scrivere articoli per siti e quotidiani, rispondere a interviste... Abbiate però la correttezza di non usare la funzione copia/incolla ma di rielaborare i testi e nel caso di parti di nostre interviste, (molte sono state pubblicate su siti e blog a cui abbiamo ceduto i diritti), di citare la fonte inserendo un link al post originale. Anche le immagini scattate da noi sono di nostra proprietà, vi chiediamo di fare richiesta prima di utilizzarle per articoli o post e in ogni caso abbiate l'accortezza di non eliminare i watermark che abbiamo applicato.

Nessun commento:

Posta un commento

Moderazione attiva, il vostro commento sarà pubblicato dopo l'approvazione. NO SPAM! parchipertutti@gmail.com